Antipsichiatria on-line.Auto/tutela. T.S.O.                                         Diffida

 

La diffida che si propone Ŕ nata per cercare di arginare l'invasione chimica che spesso viene agita durante i trattamenti sanitari obbligatori, senza che la persona possa, a causa dell'obbligo alle cure, rifiutarsi. Essa ha un valore di pressione psicologica sui sanitari, ma soprattutto intende aprire una vertenza sul concetto di "rifiuto delle cure" che la legge pone fra le condizioni indispensabili per la validitÓ di un TSO. In nessuna norma Ŕ infatti stabilito che le "cure" a cui bisogna sottoporsi siano "necessariamente" farmacologiche.

Il testo della diffida pu˛ essere usato come traccia anche per avanzare le pi¨ svariate richieste e confermare i pi¨ svariati rifiuti.

 

Al Responsabile Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura                                   Ospedale                                                                                         Azienda USL n.

e p. c.   Giudice Tutelare                                                                            di

Telefono Viola                                                                                         sede di

 

Il/la sottoscritt _ __________________________, nat _ a ___________________, il ___________, residente in ________________, via _______________________, in atto ricoverat _ , in regime di ricovero _______________, presso il reparto psichiatrico dell'ospedale ___________________________, Azienda USL n. ____

dichiara

di rifiutare le cure psicofarmacologiche a lui somministrate in quanto lesive della sua integritÓ psicofisica

di accettare solo i trattamenti psicoterapici (individuali e di gruppo) e socioriabilitativi in quanto rispondenti ai propri bisogni

diffida

i medici e il personale del reparto dal somministrargli farmaci contro la sua volontÓ, ritenendoli responsabili di tutte le eventuali conseguenze.

 

lý                                                                       Firma