antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
La violenza che ci sommerge: Noi sappiamo
- Mirko minacciato davanti alla gay street da 4 ragazzi armati: “Fr*** di mer**, ti tagliamo la gola”
- Ferrara, aggressione omofoba contro un gruppo di giovani Lgbt. "Mussolini vi brucerebbe tutti"
- Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
A Milano i cortei contrapposti contro la guerra: da una parte i neofascisti, dall'altra il movimento antirazzista
- Apre nuovo spazio di Casapound, corteo di Firenze Antifascista
- La Sapienza, dopo le cariche occupata la facoltà di Scienze politiche
- Tensioni alla Sapienza per il convegno con FdI e Capezzone: scontri tra polizia e studenti
- Il nuovo movimento degli ex di Forza Nuova a un anno dall’assalto alla Cgil
- Bologna, femministe contro patrioti alla manifestazione "a difesa delle donne": insulti e tensioni
- Bologna Non Una Di Meno torna in piazza e dilaga: “Risale la marea!”
- Elezioni, contestatori al comizio di Giorgia Meloni a Trento: cantano “Bella ciao” e urlano “siamo tutti antifascisti”
- L’Anpi torna a chiedere lo scioglimento di Casapound alla vigilia dell’inaugurazione della nuove sede di Latina
- No alla manifestazione fascista di Casapound il 28 maggio prossimo. Lettera aperta al Prefetto di Roma
- Verona Parma: Paolo Berizzi ha presentato il suo libro Verona, la città laboratorio dell'estrema destra
- Bari Processo CasaPound, in sette chiedono "messa alla prova". Fuori il presidio antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
9.12.22 La nuova ultradestra
18.11.22 Quel filo che dall’Ordine di Hagal arriva a CasaPound
19.10.22 Giorgia Meloni firma la Carta di Madrid di Vox
7.10.22 GRUPPI NEONAZISTI USA
16.09.22 L’Europa nuovamente alle prese con l’avanzata dell’estrema destra
15.09.22 Ultradestra, la galassia nera torinese messa in crisi dall’ascesa di Meloni
10.09.22 Sette decenni di collaborazione nazista: Il piccolo sporco segreto dell'America in Ucraina
28.08.22 Inchiesta su M. 2/3
27.08.22 Antifa - Stati Uniti d'America
17.08.22 Inchiesta su M.
14.08.22 Casa scout sulle colline riminesi nella bufera, "è una colonia fascista". I gestori: "Affittiamo a tutti"
12.08.22 Ucraina. Casapound, Settore Destro e Azov: una lunga storia tra camerati che risale al 2015
4.08.22 La fabbrica della propaganda nera di Giorgia
4.08.22 La Gioventù di Meloni ai ritrovi neonazisti con ultras e pregiudicati
30.07.22 Profonda destra
25.06.22 Eterni fascisti e Russia eterna
27.05.22 Capaci, l’ex pg di Palermo Scarpinato: “In un documento ufficiale del 1992 si parla del coinvolgimento di Delle Chiaie nella strage”
24.05.22 Portogallo. Gli ucraini chiedono a Lisbona di bandire il Partito Comunista
24.05.22 Strage di Capaci, s’indaga di nuovo sulla pista nera e su Delle Chiaie
19.05.22 Nazismo da Esportazione - Come gli USA forniscono nazisti all'Ucraina
14.05.22 Gli orrori neonazisti in Ucraina e la guerra senza fine della Nato
21.04.22 La guerra in Ucraina e i “nazisti bravi” del battaglione Azov
14.03.22 La guerra in Ucraina divide i neofascisti d’Europa: l’allarme dell’intelligence
11.03.22 I ‘foreign fighters’ neofascisti che combattono in Ucraina
7.03.22 L’assedio di Mariupol e il battaglione Azov

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superati i due milioni di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | estrema destra USA | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 23.06.20
Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
·
Un anno fa i "fascisti del terzo millennio" hanno organizzato nei quartieri popolari di Roma una serie di ronde e picchetti. Tutto fumo da vendere ai tg e ai talk show. Dodici mesi dopo nessuno li ha mai visti tornare da quelle parti

22 giugno 2020

Toh, l'interesse dei neofascisti di CasaPound per la periferia era solo un bluff in favore di tv
Protesta di CasaPound aTorre Maura nel 2019
Terra di conquista. Presìdi, ronde, picchetti al grido di “prima gli italiani”. La Roma di CasaPound assomiglia a una preda, mordi e fuggi. Clamore, slogan duri e poi il nulla. Gli obiettivi da anni sono sempre gli stessi, migranti e Rom. Si presentano come i veri italiani, pronti a fermare un’invasione inesistente. Lasciano sulle strade una scia d’odio. E sotto alla fine non rimane nulla.

Era appena un anno fa. Le truppe tatuate di via Napoleone III - sede abusiva del movimento neofascista guidato da Gianluca Iannone e Simone Di Stefano - avevano puntato tutte le carte sulla zona est della capitale. In prima fila il responsabile Lazio del movimento, Mauro Antonini, a capo della sede di Casal Bertone “Circolo futurista”, nata anni fa in alcuni locali commerciali dell’Inps, occupati anche questi abusivamente . La prima tappa del fascio-tour delle borgate è stata Torre Maura, a ridosso del raccordo anulare. Popolosa e popolare, cuore della periferia abbandonata da sempre della capitale. Davanti al centro di accoglienza di via Codirossoni il 2 aprile del 2019 un gruppo di abitanti aveva bloccato la strada per protestare contro l’arrivo di alcune famiglie Rom rimaste senza un alloggio. In poche ore la delegazione di Casapound, guidata da Antonini era pronta a dirigere la piazza. Scene che difficilmente Roma dimenticherà. Il pane destinato alle famiglie appena arrivate venne gettato sull’asfalto da alcuni manifestanti. Poi gli insulti, le minacce, durate due giorni. Fino allo straordinario dialogo con Simone, ragazzo di borgata con le idee chiare in testa: «A me nun me sta bene che no», disse davanti al leader romano di Casapound, immerso nelle dirette Facebook. Rappresentò il riscatto morale e civile del quartiere .

È passato un anno da quelle proteste. «Non li ho più visti da queste parti», racconta oggi una donna che vive a pochi passi dal centro di accoglienza di Torre Maura, «e qui non è mai venuto nessuno ad aiutare le famiglie che hanno veramente bisogno. Nessuno, neanche quelli di Casapound». Di quella presenza mediatica non è rimasto nulla, insomma, anche se nei palazzoni di Torre Maura il rancore di allora cova ancora. Una donna - che abita in un appartamento del comune - è tranciante: «Le case le danno solo agli zingari, non agli italiani». Eppure basta leggere il nome sui citofoni per capire che di stranieri o Rom qui ce ne sono pochissimi, tra gli assegnatari di alloggi popolari. Come confermato anche dai dati del bilancio sociale dell’Ater, l’istituto regionale che si occupa di edilizia agevolata: gli stranieri che accedono alle case pubbliche sono appena il 2 per cento. Ma anche chi si trovava in prima fila davanti alle proteste di un anno fa oggi ammette che Casapound qui non ha più messo piede: «Dopo quei giorni non si è visto più nessuno, mai più incontrati».

L'altra sede abusiva di Casapound: da 13 anni in un palazzo dell'Inps. Per feste e apericene
Si fa chamare "Circolo futurista" e si trova a Casal Bertone. È stato occupato nel 2007 ma solo lo scorso anno la società che lo gestisce ne ha denunciato l'occupazione. Intanto dentro si organizzano feste e incontri politici, anche con esponenti della Lega
Poco cambia spostandosi verso la Tiburtina, a Casal bruciato, dove Mauro Antonini e gli altri “camerati del terzo millennio” organizzarono un presidio per fermare l’arrivo di una famiglia Rom, assegnataria legittima di un appartamento del comune. Scene terribili anche in questo caso. L’assalto alla sindaca Raggi, insulti irripetibili, giornate di fuoco. «E chi l’ha più visti?», commenta un anno dopo il barista a pochi passi dal cortile dove Casapound aveva piantato il suo gazebo. Una donna che rientra a casa con la spesa sorride: «Spariti nel nulla, ora la famiglia Rom vive qui senza nessun problema».

Subito dopo il lockdown Casapound ha provato a rilanciare la sua presenza nella zona, organizzando un picchetto davanti ad un ex Sprar al Tiburtino III. I fascisti si sono piazzati davanti allo stabile, dove una decina di ragazzi del Gambia si erano rifugiati dopo essere stati espulsi dalla zona della stazione Tiburtina. Lo stesso metodo: dirette Facebook con Antonini in primo piano, slogan duri, tatuaggi e muscoli. Alla fine i migranti sono stati sgomberati dalla polizia locale e oggi vagano nella città. Ah, aiuti di Casapound agli italiani della zona? Non pervenuti.

https://espresso.repubblica.it/plus/articoli/2020/06/22/news/casapound-periferia-bluff-1.349933

documentazione
r_lazio


articolo precedente           articolo successivo