antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 27.10.20
Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
·
I gruppi di estrema destra Forza Nuova e Casa Pound, Cervantes, si aggregano ai cortei dei ristoratori contro la stretta. A Messina il sindaco De Luca impugna il megafono e arringa la folla

27 Ottobre 2020

Fascisti, ultrà, centri sociali, manovalanza criminale soffiano sul fuoco delle proteste. Ognuno perseguendo un proprio obiettivo. Tutti in piazza accanto a esercenti e imprenditori in prima linea contro la stretta anti- Covid imposta da Conte e Musumeci. In alcuni casi oscurando le manifestazioni pacifiche.

Da Palermo a Catania, passando per Messina e Vittoria, i protagonisti sono diversi, le dinamiche uguali. L'immagine plastica di quello che sta succedendo la si ha alle 23,30 di domenica, in via Etnea, vicino alla prefettura di Catania, pochi minuti prima che qualcuno tiri un paio di bombe carta. Da un lato chi porta avanti, in maniera dura ma pacifica, le rivendicazioni di una miriade di categorie colpite dalle restrizioni. Dall'altra quelli che fonti investigative definiscono “i facinorosi della domenica rimasti orfani dello stadio”. È in questi ambienti che andrebbero cercatele mani che hanno lanciato le bombe carta tra le forze dell'ordine e nelle prime file dei manifestanti pacifici, scatenando il fuggi fuggi generale.

A dividersi la piazza sono stati i gruppi della galassia neofascista, i camerati di Forza Nuova, guidati dal coordinatore regionale Giuseppe Bonanno Conti, Casa Pound e Cervantes e i centri sociali di sinistra che hanno accompagnato la protesta delle partite Iva riunendosi nel cartello "Tu mi chiudi, tu mi paghi".

Questi ultimi sono i gruppi che in città partecipano al Comitato casa lavoro e alla Palestra popolare di via Coppola. Gli stessi che qualche settimana fa hanno organizzato la manifestazione anti-Salvini. Le due componenti, di destra e di sinistra, non si sono saldate.
A prevalere, però, nella notte di Catania è stata la terza anima: gli ultrà, di gran lunga i più numerosi.

Stando a quanto ricostruito dalla Digos, guidata dalla dirigente Marica Scacco, le bombe carta arriverebbero dagli ambienti dello stadio, ma non è chiaro se sia stata un'azione " autorizzata" o piuttosto, ed è questa la tesi che al momento sembra più avvalorata, il gesto di “un gruppo non riconducibile agli storici gruppi ultrà, una criminalità spicciola che solitamente si sfoga allo stadio”. Così si spiegherebbe anche la scazzottata nata subito dopo il lancio delle bombe carta all'interno dei gruppi più radicali.

A Palermo, sabato sera, la dinamica era stata simile. Da un lato i ristoratori che prendono le distanze da chi vuole alzare il livello di scontro e dall'altro Forza Nuova, No Mask e cani sciolti. A tenere il megafono era Massimo Ursino, il leader locale della formazione neofascista. Più avanti, davanti al portone di Palazzo d'Orleans, c'erano volti già visti nelle manifestazioni del popolo arancione del generale Pappalardo: sono contro il 5G, contro le mascherine e i vaccini. Una piazza disomogenea in cui trova spazio anche lo chef Natale Giunta che un comunicato di Forza Nuova, da lui smentito, dava per nuovo coordinatore del Popolo delle partite Iva per Italia libera.

Non si è visto, ma ha rilanciato su WhatsApp la protesta, il deputato regionale dell'Udc Vincenzo Figuccia. Non è l'unico politico a fiutare l'occasione. L'opportunità non sfugge, per esempio, al sindaco di Messina Cateno De Luca, che si mette alla testa dei manifestanti, ritagliandosi sempre di più uno spazio nel centrodestra a danno di Musumeci.

Cambiamo ancora piazza. Andiamo a Vittoria, domenica sera. Lo schema è uguale a quello di Palermo e Catania. Gli imprenditori organizzano la protesta, ma dopo pochi metri di corteo abbandonano il campo:si sono infiltratati pregiudicati, manovalanza criminale, ragazzini dalla rissa facile. La tensione sale davanti al municipio, e molto probabilmente nelle prossime ore arriveranno le denunce della Digos.

Qui, in una città in piena campagna elettorale per le amministrative, c'erano, quando il clima non era ancora rovente, pure alcuni candidati. Quello della destra Salvo Sallemi, quello della sinistra Salvo Di Falco. E poi, soltanto quanto i manifestanti sono andati a citofonargli a casa, l'eterno CiccioAiello, l'ex sindaco che raccoglie, dopo un discorso da consumato politico, l'applauso della folla.

https://palermo.repubblica.it/cronaca/2020/10/27/news/galassia_nera_ultra_e_capipopolo_ecco_chi_soffia_sul_fuoco_dell_ira-271991238/

documentazione
r_sicilia


articolo precedente           articolo successivo