antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Mirko minacciato davanti alla gay street da 4 ragazzi armati: “Fr*** di mer**, ti tagliamo la gola”
- Ferrara, aggressione omofoba contro un gruppo di giovani Lgbt. "Mussolini vi brucerebbe tutti"
- Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bari Processo CasaPound, in sette chiedono "messa alla prova". Fuori il presidio antifascista
- Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
16.01.22 Le donne in nero: Evita sì, Giorgia no
15.12.21 Forza Nuova e No Vax, accuse di terrorismo a Fiore e Castellino
13.12.21 Neofascismi: l'Opa di CasaPound su Forza Nuova in agonia. La battaglia per l'egemonia nel mondo dell'ultradestra
21.11.21 Eminenze nere La santa alleanza tra clero, ultradestra cattolica e negazionisti del Covid
16.11.21 Forza Nuova, gli affari tra Fiore e il capo dell’organizzazione Pro-Vita
16.11.21 Come i neofascisti hanno infiltrato i no green pass
6.11.21 La rete dei nazisti italiani pronti a combattere
5.11.21 Ruotolo: "Desegretare subito il fascicolo del leader di Forza Nuova" Interrogazione del senatore ai ministri Lamorgese e Di Maio
1.11.21 Voghera, non solo il caso Adriatici: sui social l’assessore di Fratelli d’Italia inneggia alla Decima mas e fa gli auguri ai “camerati”
27.10.21 Forza Nuova, il Parlamento rinuncia allo scioglimento per tutelare il governo
21.10.21 L’impero offshore del neofascista Delfo Zorzi gestito dall’avvocato svizzero di Licio Gelli
20.10.21 Forza Nuova, i milioni dei neofascisti all’estero tra società del giro di Fiore e di un ex Nar
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 5.06.21
Bologna 2 Agosto. "L'attentato all'Italicus eseguito per vendicare la destituzione di D'Amato".
·
Dodicesima udienza. La testimonianza di Vincenzo Vinciguerra secondo cui servizi deviati e terrorismo nero vollero mandare un segnale all'allora ministro dell'Interno Paolo Emilio Taviani che nel 1974 trasferì il capo degli Affari riservati.
04 Giugno 2021

"Secondo me la strage dell’Italicus è stata una reazione contro Paolo Emilio Taviani per aver destituito Federico Umberto D’Amato". E' la tesi sostenuta dall’ex esponente di Ordine Nuovo e Avanguardia Nazionale, Vincenzo Vinciguerra, al processo sulla strage del 2 agosto 1980, che vede come principale imputato un altro ex di Avanguardia Nazionale, Paolo Bellini. Vinciguerra, considerato un irriducibile dell’estrema destra, in carcere dal 1979 per la strage di Peteano (vennero uccisi 3 carabinieri), non ha portato prove precise tuttavia, partendo da una sua ricostruzione, si è detto certo che l’attentato al treno del 1974 a San Benedetto Val di Sambro in provincia di Bologna (4 agosto, 12 morti e 48 feriti) venne ideato per mandare un segnale all’allora ministro dell’Interno. Taviani quello stesso anno, dopo la strage di Brescia, sciolse infatti l’Ufficio affari riservati del Viminale e mandò D’Amato, che lo dirigeva, a guidare la polizia di frontiera.

DIARIO DI UN PROCESSO

Oltre all’attentato all’Italicus, eseguito dai neofascisti sostenuti dai Servizi, il testimone ha parlato anche dell’omicidio del giornalista Mino Pecorelli e di Ustica cercando d’inquadrare il ruolo di An negli anni ‘60 e ‘70. «Avanguardia - ha spiegato - aveva una doppia struttura, una ufficiale e una altra clandestina con il compito di recepire informazioni». Era insomma uno strumento in mano ai servizi segreti usato per infiltrare «partiti e movimenti di sinistra per conto del ministero dell’Interno. Nella mia esperienza era una struttura spionistica». Ordine Nuovo come Avanguardia Nazionale “sono strutture nelle quali è difficile trovare una persona che non era confidente delle forze dell'ordine o lavorasse per il Sid (Servizio informazioni della difesa sciolto nel 1972)”.

Sollecitato dal presidente della Corte d'Assise, Francesco Caruso, il teste ha ricordato, come già aveva fatto durante il processo all’ex Nar Gilberto Cavallini, di aver saputo da un malavitoso austriaco detenuto per droga, Johan Hirsch, che a commettere l'attentato a Bologna furono proprio “Fioravanti e i suoi amici”.

Tra l’altro, durante il periodo di detenzione, ha maturato l'idea che si trattasse della verità perché il primo sospetto gli venne “dal volantino di Terza Posizione rilasciato a Palermo, un documento che accusò esplicitamente Fioravanti, quando scrissero che Francesco Mangiameli (leader siciliano di TP ucciso dai Nar nel settembre 1980) era un’altra vittima della strage di Bologna. Da allora, con quel volantino, negli ambienti di destra si parla di Fioravanti e dei suoi amici come i responsabili”.

Delle responsabilità sulla strage del 2 agosto, ha aggiunto Vinciguerra, “ho parlato, sempre in carcere, con altre due persone di cui non ho mai fatto i nomi”. Ma Fioravanti era legato ai servizi? Lapidaria la risposta: “A me bastava sapere che li avesse con Paolo Signorelli (prima militante dell’Msi e poi uno dei massimi esponenti di Ordine Nuovo, ndr) i rapporti, e li aveva”. Come dire: difficile ritenere che non ci fossero collegamenti visto che Firavanti erano legati a Signorelli a doppio filo.

Vinciguerra, durante la 12esima udienza, si è anche soffermato sui rapporti tra Avanguardia Nazionale e la ‘Ndrangheta, in particolare quella di Reggio Calabria. «Nel 1976 in Spagna - ha ricordato - ospitammo un ragazzo che aveva fatto un omicidio non politico, uccidendo un delinquente. Fu il nostro referente calabrese a chiederci di ospitarlo su richiesta degli “amici degli amici”. I rapporti con le cosche erano molto forti al tempo del Golpe Borghese. Quello con la ‘Ndrangheta non era solo un accordo strumentale, ma di tipo organico: i calabresi, durante i moti di Reggio del 1970, vedevano Avanguardia come una forza che poteva mettersi contro lo Stato».

https://bologna.repubblica.it/dossier/diario-processo-2-agosto-strage-di-bologna/2021/06/04/news/bologna_2_agosto_strage_mandandi_neofascisti_bellini_servizi_segreti_avanguardia_nazionale_ordine_nuovo-304238898/

stragismo
r_emiliaromagna


articolo precedente           articolo successivo