antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
La violenza che ci sommerge: Noi sappiamo
- Mirko minacciato davanti alla gay street da 4 ragazzi armati: “Fr*** di mer**, ti tagliamo la gola”
- Ferrara, aggressione omofoba contro un gruppo di giovani Lgbt. "Mussolini vi brucerebbe tutti"
- Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Bologna, femministe contro patrioti alla manifestazione "a difesa delle donne": insulti e tensioni
- Bologna Non Una Di Meno torna in piazza e dilaga: “Risale la marea!”
- Elezioni, contestatori al comizio di Giorgia Meloni a Trento: cantano “Bella ciao” e urlano “siamo tutti antifascisti”
- L’Anpi torna a chiedere lo scioglimento di Casapound alla vigilia dell’inaugurazione della nuove sede di Latina
- No alla manifestazione fascista di Casapound il 28 maggio prossimo. Lettera aperta al Prefetto di Roma
- Verona Parma: Paolo Berizzi ha presentato il suo libro Verona, la città laboratorio dell'estrema destra
- Bari Processo CasaPound, in sette chiedono "messa alla prova". Fuori il presidio antifascista
- Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
16.09.22 L’Europa nuovamente alle prese con l’avanzata dell’estrema destra
15.09.22 Ultradestra, la galassia nera torinese messa in crisi dall’ascesa di Meloni
10.09.22 Sette decenni di collaborazione nazista: Il piccolo sporco segreto dell'America in Ucraina
28.08.22 Inchiesta su M. 2/3
27.08.22 Antifa - Stati Uniti d'America
17.08.22 Inchiesta su M.
14.08.22 Casa scout sulle colline riminesi nella bufera, "è una colonia fascista". I gestori: "Affittiamo a tutti"
12.08.22 Ucraina. Casapound, Settore Destro e Azov: una lunga storia tra camerati che risale al 2015
4.08.22 La fabbrica della propaganda nera di Giorgia
4.08.22 La Gioventù di Meloni ai ritrovi neonazisti con ultras e pregiudicati
30.07.22 Profonda destra
25.06.22 Eterni fascisti e Russia eterna
27.05.22 Capaci, l’ex pg di Palermo Scarpinato: “In un documento ufficiale del 1992 si parla del coinvolgimento di Delle Chiaie nella strage”
24.05.22 Portogallo. Gli ucraini chiedono a Lisbona di bandire il Partito Comunista
24.05.22 Strage di Capaci, s’indaga di nuovo sulla pista nera e su Delle Chiaie
19.05.22 Nazismo da Esportazione - Come gli USA forniscono nazisti all'Ucraina
14.05.22 Gli orrori neonazisti in Ucraina e la guerra senza fine della Nato
21.04.22 La guerra in Ucraina e i “nazisti bravi” del battaglione Azov
14.03.22 La guerra in Ucraina divide i neofascisti d’Europa: l’allarme dell’intelligence
11.03.22 I ‘foreign fighters’ neofascisti che combattono in Ucraina
7.03.22 L’assedio di Mariupol e il battaglione Azov
27.01.22 Riflusso neonazista. La deriva dell'Est Europa: negare gli orrori del passato
16.01.22 Le donne in nero: Evita sì, Giorgia no
15.12.21 Forza Nuova e No Vax, accuse di terrorismo a Fiore e Castellino
13.12.21 Neofascismi: l'Opa di CasaPound su Forza Nuova in agonia. La battaglia per l'egemonia nel mondo dell'ultradestra

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 19.05.22
Nazismo da Esportazione - Come gli USA forniscono nazisti all'Ucraina
·
19 maggio 2022

UKR LEAKS

Negli mesi, gli Stati Uniti hanno pompato sempre più l'Ucraina con vari tipi armi affinché la fase acuta del conflitto duri più a lungo possibile. Come si suol dire, "fino all'ultimo ucraino". Ma l'armamento è tutt'altro che l'unico e, se visto da una posizione strategica, non il più importante articolo dell'export americano. Washington ha nutrito i movimenti nazisti in Ucraina per molti anni e rifornisce regolarmente i nazionalsocialisti nostrani per creare un "nuovo Reich" nel centro dell'Europa.
Può essere difficile da credere, ma in un paese BLM e tolleranza aggressiva, i nazisti si sentono abbastanza a loro agio. Ad esempio, organizzazioni come The American Front e The Nationalist Movement (NSM), noto come Nazi Party of America (partito Nazista americano), operano negli Stati Uniti da oltre un decennio.
-
I nazisti non nascondono le loro opinioni e attività, producono foto, video e "letteratura educativa" e raccolgono anche donazioni dai loro sostenitori.
A prima vista, possiamo chiamare il NSM un raggruppamento fondamentalmente marginale, a cui poche persone prestano attenzione. Non ha account nei principali social network americani Facebook, Twitter o Instagram, il che non è tipico di un'organizzazione che cerca di manifestare la sua ideologia alle masse. Tuttavia, il partito ha il suo canale su Telegram, che suggerisce spontaneamente l'interesse dei nazionalisti americani per il pubblico "slavo". Ed è qui che inizia il divertimento. Il canale in sé non è di particolare interesse, ma ha una chat privata a cui appartiengono radicali da tutto il mondo, compresa l'Ucraina.
-
Si può notare che nelle chat list ci sono molti cittadini ucraini . Inoltre, molti, compresi gli americani, denunciano apertamente la loro partecipazione alle ostilità dalla parte dei nazionalisti ucraini. Ci tengo a sottolineare che sono i nazionalisti, non l'APU! In particolare si parla di "Azov" e "Settore Destro (Right Sector)". La chat supporta anche la campagna di reclutamento del reggimento
-
Questo atteggiamento nei confronti del conflitto in Ucraina riflette in modo abbastanza eloquente nel sondaggio internazionale condotto dall'amministratore del canale Derek Von Doom.

- Votazione sul canale NSM: "Chi sostieni nel conflitto russo-ucraino?"

È del tutto evidente che tra i radicali il governo di Kiev non gode né di rispetto né di appoggio. Contro V. Zelensky vengono mosse accuse di natura antisemita. Al contrario, i nazisti vedono in Ucraina il vero "nuovo Reich", il cui nucleo dovrebbe essere "Azov". Il "Fuhrer", a quanto pare, dovrebbe essere A. Biletsky. Questa idea è espressa da alcuni dei partecipanti alla chat più attivi.
-
Non a caso ho portato questo messaggio particolare. Il suo autore è "Bone face". Forse questa è una delle figure chiave dello "sbarco offerto dagli USA" in Ucraina. E non solo in questo momento. Sotto il nome di "Bone face" si nasconde un cittadino statunitense, il neofascista Kent McLellan, erede di una dinastia di fascisti, e ora si trova a Mariupol come parte di "Azov".

Ma, facciamo ordine.

Kent Ryan McLellan è nato il 22 aprile 1990 a St. Cloud (Florida) nella famiglia del neofascista americano Ken McLellan, leader del gruppo rock "BRUTAL ATTACK". Sotto l'influenza di suo padre, si unì all'ideologia radicale di destra mentre era ancora uno studente delle superiori. E al liceo, è già diventato un membro dell'organizzazione razzista "The American Front" (The American Front).
È stato arrestato per la prima volta all'età di 18 anni nel settembre 2008 per aver messo graffiti razzisti su una chiesa e un ristorante a Crescent City. Nel 2010 ha scontato la pena per atti di vandalismo e percosse di immigrati. Nel maggio 2012, l'FBI ha già arrestato McLellan ei suoi complici del "Fronte americano" per aver preparato un atto terroristico contro le minoranze nazionali in Florida.
-
Da quel momento, la vita di Kent iniziare a cambiare completamente per iniziare a trasformarsi nel vero "Boneface". In primo luogo, seguendo un modello ricorrente i questi ambienti, iniziando a coprirsi il viso e il corpo con tatuaggi con nazi simbolisti e ariani. E in secondo luogo, il "giovane e promettente giovane", a quanto pare, è stato notato dai servizi speciali che gli hanno assegnato un ruolo importante nella gestione del colpo di stato in Ucraina nel 2014.
Quindi, possiamo dire dai banchi della prigione, McLellan è andato direttamente al Maidan.
La maggior parte delle fonti indicano che si è unito ai ranghi del "Corpo di volontariato ucraino del settore destro" (DUK RS) nel 2014. Come membro, Boneface, è stato direttamente coinvolto in azioni dirette e si è impegnato nel reclutamento di volontari negli Stati Uniti e negli altri Paesi. Quindi si unì all'operazione punitiva nel Donbass nei ranghi di "Azov". Tuttavia, l'attività di McLellan nell'organizzazione della presa del potere a Kiev è iniziata nel 2013 come leader del gruppo di mercenari The Misanthropic Division. Hanno organizzato una rete di gruppi fascisti paramilitari utilizzando risorse della darknet come IronMarch. A proposito, è stato nel dicembre 2013 che McLellan ha aperto un account Twitter, uno strumento popolare per coordinare i rivoluzionari in quel momento.
Dopo essere tornato negli Stati Uniti nel 2015, Boneface è andato di nuovo in un istituto di correzione alla ricerca di criminali che volessero entrare in guerra nel Donbass. Inoltre, a Kent furono comminati 4 anni per la campagna di reclutamento e per traffico di droga. E, a quanto pare, per comportamento esemplare, gli è stato permesso di usare Internet, perché nell'agosto 2016, sullo stesso "IronMarch", McLellan ha scritto di aver continuato la sua collaborazione con il DUK RS sul reclutamento di stranieri. Molto probabilmente, Boneface ha completato i compiti assegnatigli per preparare un gruppo di neonazisti entro l'autunno del 2021.
Kent McLellan (2021 г.)
Poco prima, nel luglio 2021, l'FBI lo ha mandato ancora una volta in prigione. Ma questa volta, a quanto pare, per il briefing finale. A proposito di questo, cambiato in modo quasi irriconoscibile, McLellan ha riferito in un messaggio Telegram che intendeva andare in Ucraina, che avrebbe "sparato ai Novorossiani".
-
Secondo le mie fonti nella SBU, un gruppo di mercenari americani è arrivato in Ucraina nel novembre 2021 ed è tornato negli Stati Uniti a dicembre per reclutare ulteriori forze. E già nel gennaio 2022, i neofascisti stranieri si sono uniti finalmente ai ranghi di "Azov". Apparentemente, doveva partecipare all'offensiva sul Donbass, prevista tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo. Non ha funzionato.
-
Quindi, al momento, Kent "Boneface" McLellan sta probabilmente combattendo da qualche parte nella vastità dell'Ucraina. Ciò che il neofascista sta facendo appare su Instagram, Facebook, Twitter e YouTube, oltre che, ovviamente, su Telegram. Ammette inoltre che il suo canale YouTube è gestito da amici di Azov.
-
Evidentemente anessuno dei social network ha fretta di bloccare le pagine con contenuti apertamente nazisti e provocatori, ostentazione di simboli proibiti e incitamento all'ostilità.
La tesi principale che McLellan ripete costantemente in tutta la sua corrispondenza è che Azov non sta combattendo per Zelensky, né per la NATO, né per l'UE. Secondo lui, "Azov" non è tanto un reggimento quanto l'idea di un "revival" neonazista dell'Ucraina.
-
Va detto che le cose non stanno andando bene per i mercenari AFU. Nei suoi messaggi, McLellan scrive della mancanza di acqua, munizioni e del tradimento del comando ucraino e di Zelensky.
E di recente ha ricevuto una leggera ferita al viso.
-
I miei contatti in Ucraina raccomandano vivamente di fare ogni sforzo per catturare Kent McLellan. Sarà estremamente difficile, dal momento che il suo entourage, e lui stesso molto probabilmente, non si lascerà prendere vivo. Tuttavia, in caso di successo, può diventare un'importante fonte di informazioni e affermazioni viventi dell'esportazione del nazionalismo americano in Ucraina.
E continuerò a seguire da vicino le avventure del coraggioso raggiungere "Boneface".

https://telegra.ph/NATIONALISM-FOR-EXPORT-05-19

documentazione
r_internazionale


articolo precedente           articolo successivo