antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Mirko minacciato davanti alla gay street da 4 ragazzi armati: “Fr*** di mer**, ti tagliamo la gola”
- Ferrara, aggressione omofoba contro un gruppo di giovani Lgbt. "Mussolini vi brucerebbe tutti"
- Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
No alla manifestazione fascista di Casapound il 28 maggio prossimo. Lettera aperta al Prefetto di Roma
- Verona Parma: Paolo Berizzi ha presentato il suo libro Verona, la città laboratorio dell'estrema destra
- Bari Processo CasaPound, in sette chiedono "messa alla prova". Fuori il presidio antifascista
- Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
24.05.22 Portogallo. Gli ucraini chiedono a Lisbona di bandire il Partito Comunista
24.05.22 Strage di Capaci, s’indaga di nuovo sulla pista nera e su Delle Chiaie
19.05.22 Nazismo da Esportazione - Come gli USA forniscono nazisti all'Ucraina
14.05.22 Gli orrori neonazisti in Ucraina e la guerra senza fine della Nato
21.04.22 La guerra in Ucraina e i “nazisti bravi” del battaglione Azov
14.03.22 La guerra in Ucraina divide i neofascisti d’Europa: l’allarme dell’intelligence
11.03.22 I ‘foreign fighters’ neofascisti che combattono in Ucraina
7.03.22 L’assedio di Mariupol e il battaglione Azov
27.01.22 Riflusso neonazista. La deriva dell'Est Europa: negare gli orrori del passato
16.01.22 Le donne in nero: Evita sì, Giorgia no
15.12.21 Forza Nuova e No Vax, accuse di terrorismo a Fiore e Castellino
13.12.21 Neofascismi: l'Opa di CasaPound su Forza Nuova in agonia. La battaglia per l'egemonia nel mondo dell'ultradestra
21.11.21 Eminenze nere La santa alleanza tra clero, ultradestra cattolica e negazionisti del Covid
16.11.21 Forza Nuova, gli affari tra Fiore e il capo dell’organizzazione Pro-Vita
16.11.21 Come i neofascisti hanno infiltrato i no green pass
6.11.21 La rete dei nazisti italiani pronti a combattere
5.11.21 Ruotolo: "Desegretare subito il fascicolo del leader di Forza Nuova" Interrogazione del senatore ai ministri Lamorgese e Di Maio
27.10.21 Forza Nuova, il Parlamento rinuncia allo scioglimento per tutelare il governo
21.10.21 L’impero offshore del neofascista Delfo Zorzi gestito dall’avvocato svizzero di Licio Gelli
20.10.21 Forza Nuova, i milioni dei neofascisti all’estero tra società del giro di Fiore e di un ex Nar
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 23.11.07
Orvieto: Bufera nel Consiglio comunale di Parrano. La capogruppo di minoranza 'folgorata' da Forza Nuova
·

Da OrvietoNews

Parrano mercoledì mattina si è svegliato apprendendo con stupore e preoccupazione la notizia che un movimento politico di evidente matrice neofascista ha fatto proselitismo sui banchi della minoranza del Consiglio Comunale del tranquillo paesino, riuscendo a conquistare la consigliera Irma Trombetta, capogruppo di minoranza. La scoperta, per la lista di governo “Uniti per Parrano”, è arrivata per caso e fulminea dal sito internet di Forza Nuova, dove la stessa Irma Trombetta motiva la sua adesione al movimento di Roberto Fiore scrivendo di un “innamoramento inatteso, immediato e totale per Forza nuova” e del fatto pressoche miracoloso rappresentato dal ritrovare, negli otto punti del manifesto di FN, “così perfettamente disegnate tutte le aspirazioni e le idee che da sempre erano mie”.

“De gustibus – afferma il raggruppamento di “Uniti per Parrano” in una nota stampa – sarà il mistero l’innamoramento, del coup de foudre, nondimeno rispetto ai contenuti politici dell’oggetto d’amore abbiamo qualcosa da dire. Da parte nostra c’è molta amarezza e stupore perché Parrano è stato sempre un paese dalle profonde radici democratiche; un paese pacifico, amico dei popoli e delle culture del mondo. Stupore perché Parrano ha dato i natali a illustri scienziati e studiosi che hanno contribuito a dissipare, con il lume di una ragione profondamente umanistica, le tenebre dell’ignoranza, della superstizione, della magia e di teorie aberranti foriere di guerre e distruzioni”.

“L’adesione di Irma Trombetta a Forza Nuova – continuano gli aderenti a “Uniti per Parrano” – è profondamente estranea alla cultura democratica e pacifica del nostro piccolo paese. Siccome la stessa Trombetta è capogruppo di minoranza, vorremmo sapere se gli altri colleghi consiglieri intendono condividere la sua azione politica ispirata al manifesto forzanuovista o se invece ritengono di segnare una netta differenza. A tal proposito, plaudiamo alla scelta del consigliere Stella che non ha esitato minimamente nel prendere le dovute, sagge e responsabili distanze. Non ci interessa entrare nel merito del contenuto di quel manifesto. Ci interessa semplicemente chiarire che tali linee politiche, che si rifanno a concetti superati dalla storia, intrise di xenofobia, di orizzonti antisistema, non possono trovare consenso e apprezzamento da parte di chi ha sempre difeso i valori dell’Antifascismo, della Costituzione, della Memoria, della Resistenza e della pace tra i popoli che hanno consentito nel nostro Paese di costruire una democrazia matura”.

“Questa nostra comunità rigetta con forza il ritorno di simboli e idee che hanno già sin troppo mostrato i tragici effetti della dittatura e della guerra – afferma ancora il comunicato. – Noi vogliamo lavorare per il bene di Parrano, per il bene del territorio, dell’Umbria e dell’Italia. Noi siamo un microscopico granello di un mondo in trasformazione. Un mondo tuttavia che sarà come noi lo desideriamo, vogliamo, pensiamo, costruiamo. I parranesi vogliono un mondo di pace, di amicizia, di libertà, governato dalla ragione e della ragionevolezza, aperto e plurale, democratico, ricco e dove l’umanità possa vivere in pace proprio attraverso la ricchezza delle differenze.

“Per questo la coalizione di centrosinistra che governa questa comunità intende richiedere al Sindaco di convocare un Consiglio Comunale Aperto avente come tema di discussione “La memoria” – conclude “Uniti per Parrano” – invitando la società civile e le testimonianze di chi ha vissuto il periodo storico del fascismo a partecipare per portare un contributo importante alla crescita della consapevolezza di quei valori per i quali i nostri avi hanno lottato”.

r_umbria
news


articolo precedente           articolo successivo