antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Mirko minacciato davanti alla gay street da 4 ragazzi armati: “Fr*** di mer**, ti tagliamo la gola”
- Ferrara, aggressione omofoba contro un gruppo di giovani Lgbt. "Mussolini vi brucerebbe tutti"
- Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
L’Anpi torna a chiedere lo scioglimento di Casapound alla vigilia dell’inaugurazione della nuove sede di Latina
- No alla manifestazione fascista di Casapound il 28 maggio prossimo. Lettera aperta al Prefetto di Roma
- Verona Parma: Paolo Berizzi ha presentato il suo libro Verona, la città laboratorio dell'estrema destra
- Bari Processo CasaPound, in sette chiedono "messa alla prova". Fuori il presidio antifascista
- Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
14.08.22 Casa scout sulle colline riminesi nella bufera, "è una colonia fascista". I gestori: "Affittiamo a tutti"
12.08.22 Ucraina. Casapound, Settore Destro e Azov: una lunga storia tra camerati che risale al 2015
4.08.22 La fabbrica della propaganda nera di Giorgia
4.08.22 La Gioventù di Meloni ai ritrovi neonazisti con ultras e pregiudicati
30.07.22 Profonda destra
25.06.22 Eterni fascisti e Russia eterna
27.05.22 Capaci, l’ex pg di Palermo Scarpinato: “In un documento ufficiale del 1992 si parla del coinvolgimento di Delle Chiaie nella strage”
24.05.22 Portogallo. Gli ucraini chiedono a Lisbona di bandire il Partito Comunista
24.05.22 Strage di Capaci, s’indaga di nuovo sulla pista nera e su Delle Chiaie
19.05.22 Nazismo da Esportazione - Come gli USA forniscono nazisti all'Ucraina
14.05.22 Gli orrori neonazisti in Ucraina e la guerra senza fine della Nato
21.04.22 La guerra in Ucraina e i “nazisti bravi” del battaglione Azov
14.03.22 La guerra in Ucraina divide i neofascisti d’Europa: l’allarme dell’intelligence
11.03.22 I ‘foreign fighters’ neofascisti che combattono in Ucraina
7.03.22 L’assedio di Mariupol e il battaglione Azov
27.01.22 Riflusso neonazista. La deriva dell'Est Europa: negare gli orrori del passato
16.01.22 Le donne in nero: Evita sì, Giorgia no
15.12.21 Forza Nuova e No Vax, accuse di terrorismo a Fiore e Castellino
13.12.21 Neofascismi: l'Opa di CasaPound su Forza Nuova in agonia. La battaglia per l'egemonia nel mondo dell'ultradestra
21.11.21 Eminenze nere La santa alleanza tra clero, ultradestra cattolica e negazionisti del Covid
16.11.21 Forza Nuova, gli affari tra Fiore e il capo dell’organizzazione Pro-Vita
16.11.21 Come i neofascisti hanno infiltrato i no green pass
6.11.21 La rete dei nazisti italiani pronti a combattere
5.11.21 Ruotolo: "Desegretare subito il fascicolo del leader di Forza Nuova" Interrogazione del senatore ai ministri Lamorgese e Di Maio
27.10.21 Forza Nuova, il Parlamento rinuncia allo scioglimento per tutelare il governo

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 23.01.21
Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
·
Andrea Cavalleri, secondo il gip che ne ha ordinato l'arresto, si proponeva di “svegliare le masse” come Anders Breivik, l’attentatore della strage di Utoya, o Brenton Tarrant, l’autore del massacro di Cristchurch (Nuova Zelanda). Con il complice minorenne aveva diffuso una sorta di manifesto antisemita scaricato da 1800 utenti

23 Gennaio 2021

“Giuri fedeltà alla tua ideologia nonostante la società contemporanea applica oppressione ad essa? Giuri di mantenere il progetto nascosto agli occhi dello Stato democratico corrotto? Quanto vale la vita di un nemico della Razza? Cosa pensi degli ebrei? Cosa pensi degli ebrei e degenerati? Sei negazionista delle varie bugie sioniste?”. Sono alcune delle 30 domande del “questionario” che Andrea Cavalleri – il 22enne arrestato a Savona per associazione con finalità di terrorismo e il suo socio minorenne sottoponevano alle potenziali reclute del gruppo “Nuovo Ordine Sociale”, ispirato alla rete internazionale neonazista “Atomwaffen Division”. Un’organizzazione clandestina, scrive il gip di Genova Paola Faggioni nell’ordinanza di arresto, che agiva “per l’affermazione del Nazionalsocialismo e del “piano di Hitler”, definito da Cavalleri come “Cristo guida luce” e dal socio “colui che illumina le loro menti dal male ebraico””. E si proponeva di “svegliare le masse” come Anders Breivik, l’attentatore della strage di Utoya, o Brenton Tarrant, l’autore del massacro di Cristchurch (Nuova Zelanda), verso i quali i due indagati “manifestano ammirazione”, esprimendo il desiderio di conoscere Breivik e “arruolarsi nel suo esercito”.

L’occasione più adatta per la strage, dice il giovane savonese, è una manifestazione femminista: “Sono tutti nostri nemici in uno… donne puttane ebree, comuniste, leccanegri, liberali, lgbt… tutto in uno che spettacolo… le più scopabili in una gabbia come passatempo”. Le donne, d’altra parte, sono “troie senza sentimenti, bambole gonfiabili di carne da sterminare” a cui “sparare un colpo secco in testa”, i video di stupri e torture diventano “arte”, gli omosessuali “degenerati”. Si parla di “school shooting” (sparatorie negli istituti scolastici, in stile americano) e del “day of the rope”, il giorno della corda, un tema tipico del suprematismo bianco, in cui si immaginano omicidi di massa dei “traditori della razza” (politici, giornalisti, donne “impure”, degenerati). “È meglio morire con onore in uno school shooting o qualunque cosa sia, piuttosto che vivere una vita di merda soli”, dice Cavalleri, che fantastica sui dettagli della strage: “Mi divertirei di più classe per classe… col lanciafiamme e un Ak47 di scorta… voglio guardarli in faccia e sentirli urlare, una goduria”. Si esalta all’idea di diventare il primo “Incel” (involuntary celibates, uomini che incolpano le donne per la propria incapacità ad avere relazioni sessuali) italiano a fare un’azione terrorista, entrando così nella storia.

Ma per fare qualcosa di “catastrofico”, “decisivo, come fece esattamente Breivik” serve gente ”che non ha nulla da perdere, che non ha motivo di vita se non la lotta”. Per questo viene scartato a prescindere chi ha la fidanzata: “Dev’essere pronto per morire, non deve avere rapporti”, “Uno che si è trovato in rapporti stretti, senza aver avvisato in tempo, può rovinare tutto in caso di azione”. Apprezzata, invece, una totale dedizione alla causa: “È un ragazzo sveglio, ormai non si interessa della sua vita, bensì del suo ideale”, dice Cavalleri di uno dei candidati migliori, che addirittura ha già “progettato un attacco alla sinagoga di Roma”. Il giovane propone di creare due gruppi, uno “di facciata”, per il volantinaggio e la propaganda, aperto agli adepti più deboli, e quello “originale”, in cui avrebbero parlato “di morte”: “Gruppo A: influenza, propaganda, le cose più legali per modo di dire; Gruppo B: tattiche militari, armamento, organizzazione, amministrazione”. La missione finale è definita “Race war”, guerra razziale, da combattere seguendo la “via di Breivik”, “soprattutto contro negri e degenerati”, ma non solo: “Se delle milizie incontrassero omosessuali bianchi non li lascerebbero vivi”. A tratti l’attacco sembra imminente: “Io ho le armi… penso che farò Traini 2.0… andiamo a fare Traini 2.0” “Ci sei per un massacro in piazza in armatura templare?”.

I due giovani soci sono indagati anche per propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa, aggravata dall’apologia della Shoah e del genocidio, per aver diffuso sul canale Telegram “Sole Nero” (484 iscritti) il documento “Vento bloccato – una chiamata alle armi”, “nel quale sono propagandate idee razziali tipiche della destra nazionalsocialista come quelle della “dissoluzione del giudeo”, della purificazione della società per ristabilire l’ordine tradizionale, e viene istigato il compimento di atti di violenza di matrice discriminatoria”. Nell’opuscolo gli ebrei sono descritti come “il male da eliminare prima di chiunque altro, nati per distruggere l’umanità e portarla alla sua forma peggiore”. Si invitano gli adepti a mettersi in contatto con “un gruppo paramilitare locale di camerati” per l’addestramento: “Purtroppo si spargerà molto sangue, ma per una buona causa (…) Una volta completata la purificazione, tutto sarà più semplice. Un mondo senza continua propaganda liberale, senza imperialismo statunitense, senza sionismo globale. Un manifesto che, si legge nell’ordinanza, “risulta essere stato effettivamente visionato o scaricato da oltre 1800 utenti”.


https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/01/23/il-delirio-del-suprematista-di-savona-hitler-come-cristo-guida-luce-la-missione-di-una-guerra-la-razziale-contro-negri-e-degenerati/6075257/


“Si ispirava alle Ss naziste, voleva una strage come a Utoya”: arrestato 22enne a Savona per terrorismo suprematista

Secondo gli inquirenti, il giovane si ispirava al gruppo suprematista statunitense AtomWaffen Division e inneggiava alle SS, incitando a compiere attacchi terroristici a scopo eversivo. Oltre agli ebrei, nelle chat e nei documenti diffusi sul web aveva preso di mira anche le donne, sostenendo di appartenere alla "corrente" degli Incel

22 Gennaio 2021

Era pronto a commettere attacchi terroristici di matrice suprematista, analoghi a quelli realizzati nel 2011 e nel 2019 a Utoya (Norvegia) e Christchurch (Nuova Zelanda). È con queste accuse che un 22 di Savona è stato arrestato con l’accusa di aver costituito un’associazione con finalità di terrorismo e di aver fatto propaganda e istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale aggravata dal negazionismo. Il giovane è stato fermato nell’ambito di un’operazione negli ambienti della destra radicale contigui al terrorismo di matrice suprematista in corso in tutta Italia. Secondo gli inquirenti, si ispirava al gruppo suprematista statunitense AtomWaffen Division e inneggiava alle SS naziste, incitando a compiere attacchi terroristici a scopo eversivo.

Stando a quanto emerso nel corso delle indagini, aveva creato delle chat e redatto e diffuso sul web documenti di matrice neonazista e antisemita con i quali incitava alla rivoluzione violenta contro “lo Stato occupato dai sionisti” e alla eliminazione fisica degli ebrei. Nelle conversazioni, gli investigatori hanno trovato vere e proprie istigazioni a commettere gesti estremi anche sacrificando la propria vita, incoraggiando lo “school shooting”, i massacri nelle scuole, o il “day of the rope”, il massacro di chi viene considerato traditore. Insieme ad altri coetanei aveva anche costituito un’organizzazione denominata “Nuovo Ordine Sociale“, di matrice nazionalsocialista, finalizzata al reclutamento di altri volontari.

Con piattaforme di messaggistica, l’arrestato, appassionato ed esperto di armi e oggettistica militare, affermano gli investigatori, teneva i contatti, diretti o in appositi gruppi, con soggetti che avevano le medesime posizioni ideologiche. Oltre agli ebrei, il giovane savonese aveva preso di mira anche le donne. Nelle varie chat monitorate dagli inquirenti, coordinati dal sostituto procuratore Chiara Paolucci, il ragazzo diceva di appartenere alla corrente Incel, gruppi che istigano all’odio contro il sesso femminile.

Gli uomini delle Digos di Genova e Savona e del Servizio per il Contrasto dell’estremismo e del terrorismo interno, coordinati dalla Procura di Genova, hanno eseguito 12 perquisizioni nei confronti di persone legate al 22enne nelle città di Genova, Torino, Cagliari, Forlì-Cesena, Palermo, Perugia, Bologna e Cuneo. Il giovane arrestato è stato condotto in carcere, come da ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Genova.

https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/01/22/si-ispirava-alle-ss-naziste-voleva-una-strage-come-a-utoya-arrestato-22enne-a-savona-per-terrorismo-suprematista/6074602/

documentazione
r_liguria


articolo precedente           articolo successivo