antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Mirko minacciato davanti alla gay street da 4 ragazzi armati: “Fr*** di mer**, ti tagliamo la gola”
- Ferrara, aggressione omofoba contro un gruppo di giovani Lgbt. "Mussolini vi brucerebbe tutti"
- Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
21.11.21 Eminenze nere La santa alleanza tra clero, ultradestra cattolica e negazionisti del Covid
16.11.21 Forza Nuova, gli affari tra Fiore e il capo dell’organizzazione Pro-Vita
16.11.21 Come i neofascisti hanno infiltrato i no green pass
6.11.21 La rete dei nazisti italiani pronti a combattere
5.11.21 Ruotolo: "Desegretare subito il fascicolo del leader di Forza Nuova" Interrogazione del senatore ai ministri Lamorgese e Di Maio
1.11.21 Voghera, non solo il caso Adriatici: sui social l’assessore di Fratelli d’Italia inneggia alla Decima mas e fa gli auguri ai “camerati”
27.10.21 Forza Nuova, il Parlamento rinuncia allo scioglimento per tutelare il governo
21.10.21 L’impero offshore del neofascista Delfo Zorzi gestito dall’avvocato svizzero di Licio Gelli
20.10.21 Forza Nuova, i milioni dei neofascisti all’estero tra società del giro di Fiore e di un ex Nar
12.10.21 Da dove arriva Forza Nuova
11.10.21 Fiore e Castellino, la folle escalation: «Dietro la lotta interna con Casapound»
1.10.21 Inchiesta Fanpage, Fidanza autosospeso da capodelegazione FdI a Parlamento Ue: “Attacchi strumentali”
1.10.21 Fanpage, Lobby Nera: inchiesta sulla destra neofascista
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 2.10.21
Afragola, aggredita la deputata M5s Iolanda Di Stasio. Squarciato pneumatico dell'auto di Francesco Zanfardino, segretario del Pd.
·
Inseguita da un'auto. Squarciato pneumatico dell'auto di Francesco Zanfardino, segretario del Pd. L'ex premier Conte: "Fatto gravissimo". Il ministro degli Esteri Di Maio: "Clima di violenza insostenibile"

02 Ottobre 2021


"La condanna a questa ondata di violenza deve essere unanime. Numerosi gli attacchi ai danni di nostri candidati e attivisti nelle ultime ore che precedono il voto amministrativo. La condanna deve essere unanime e trasversale", è quanto si legge in una nota del deputato del Movimento 5 stelle Francesco Silvestri. ""Ieri sera la nostra collega Iolanda Di Stasio è stata inseguita e aggredita ad Afragola. Una violenza gravissima e inaudita che ci preoccupa molto ma che non ci farà arretrare di un passo", conclude Silvestri.

La deputata Di Stasio e alcuni candidati ed esponenti politici hanno denunciato ai carabinieri di Afragola una serie di aggressioni subite la scorsa notte in città. Iolanda Di Stasio, deputata del Movimento Cinque Stelle, sarebbe stata inseguita da alcuni "attacchini" che hanno anche lanciato una mazza contro la sua auto.

Denunciata ai carabinieri anche un'aggressione contro il responsabile dell'area a nord di Napoli di Europa Verde, Salvatore Iavarone. Vittima di un'altra aggressione è stato anche il segretario del Pd, Francesco Zanfardino, che sarebbe stato inseguito da alcune persone e al quale sarebbero stato squarciato un pneumatico dell'auto.

Tutto sarebbe accaduto, riporta una nota, durante la "Notte della legalità", promossa dal candidato sindaco del centrosinistra di Afragola, Antonio Iazzetta che, nel comizio conclusivo, aveva annunciato il presidio dei tabelloni per evitare le solite affissioni selvagge che hanno contraddistinto la campagna elettorale.

"A rendersi protagonisti delle aggressioni - scrive in una nota Antonio Iazzetta - sono stati un gruppo di 'attacchini' impegnati ad affiggere i manifesti. Sugli episodi, verificatisi in diversi punti della città, è stata presentata una denuncia ai carabinieri di Afragola - dice ancora il candidato - che, tra l'altro, erano intervenuti anche stanotte quando l'onorevole Di Stasio li aveva chiamati segnalando l'inseguimento in corso e la presenza di diverse persone che, a bordo di auto e moto, 'controllavano' i movimenti di chi voleva solo verificare se i propri manifesti erano ancora al loro posto".

Iazzetta, che ha partecipato alla 'Notte della legalità' insieme con altri attivisti e candidati e che riferisce di essere stato presente all'aggressione verbale ai danni di Iavarone, nei giorni scorsi ha consegnato al Prefetto di Napoli un dossier in cui denunciava i metodi illegali in cui veniva condotta la campagna elettorale chiedendo un maggior controllo da parte delle forze dell'ordine.

"Una richiesta che è stata ribadita oggi da Di Stasio e Iavarone - ha concluso Iazzetta - i quali hanno denunciato il tutto ai carabinieri chiedendo la massima attenzione domenica e lunedì per garantire un voto libero e pulito".

L'ex premier Conte

"La politica è confronto e non dovrebbe mai essere inquinata da atti di violenza. Quanto accaduto ieri a nardò e ad afragola è gravissimo. Per questo esprimo forte solidarietà a Tiziano De Pirro, candidato del movimento 5 stelle al consiglio comune di Nardò, picchiato ieri sera in piazza, e alla nostra parlamentare Iolanda Di Stasio, aggredita ad Afragola". Lo scrive su Facebook Giuseppe Conte, leader M5s. "Episodi di questo genere- aggiunge- sono di una gravità inaudita, permettere che una competizione elettorale si trasformi in un'occasione per sfogare violenza e aggressioni è inaccettabile e ogni forza politica dovrebbe condannarlo fermamente.
Il ministro Di Maio

"Tre aggressioni a candidati ed esponenti del Movimento 5 stelle nel giro di pochi giorni. Tre episodi di violenza, in un clima insostenibile. La nostra deputata Iolanda Di Stasio aggredita e inseguita ad Afragola, il candidato del movimento al consiglio comunale di Nardò Tiziano De Pirro attaccato fisicamente durante il comizio di chiusura. Nei giorni scorsi, a San Nicandro Garganico, la sede del nostro candidato sindaco Matteo Vocale imbrattata in modo indecente". Lo scrive su facebook Luigi Di Maio, ministro degli Esteri. "Davanti a certi fatti - aggiunge - non possiamo restare in silenzio. Oltre alla massima solidarietà alle vittime di questi episodi, occorre una condanna ferma e senza esitazioni da parte di tutte le forze politiche. Andiamo avanti ragazzi. I valori, le idee e i progetti del movimento saranno sempre più forti di ogni gesto violento e vigliacco di questo tipo. Coraggio".

La solidarietà dei dem

"Quanto accaduto ad Afragola, Nardò e Cetraro è intollerabile. Questi episodi vanno condannati senza se e senza ma, da tutte le forze politiche unite. Spesso sono la diretta conseguenza del clima di odio che è stato alimentato da comportamenti fascisti. Alla collega deputata del M5S, Iolanda Di Stasio, aggredita ad Afragola, a Tiziano De Pirro, candidato consigliere comunale del M5S, aggredito a Nardó e a Giuseppe Aieta, consigliere regionale del Pd Cosenza, minacciato con un falso pacco bomba sotto l'auto della moglie a Cetraro, va tutta la nostra solidarietà e il nostro pieno sostegno". Lo afferma Francesco Boccia, responsabile Enti locali del Pd.

https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/10/02/news/deputata_m5s-320422310/



Comunali, a Nardò violenze e insulti omofobi dei militanti di destra al comizio M5s-Pd. Altra aggressione ad Afragola. Conte: “Gravissimo”
Il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Cristian Casili, per primo denuncia le violenze avvenute durante l'ultima sera di campagna elettorale nel Comune leccese ad opera dei sostenitori del sindaco uscente, Pippi Mellone, da sempre considerato vicino all'estrema destra. Nel Napoletano invece una serie di aggressioni a esponenti politici - tra cui la deputata Di Stasio - e al candidato dem Zanfardino

2 Ottobre 2021

Prima le parole del sindaco uscente, Pippi Mellone, di centrodestra, che definisce gli sfidanti “il male in questa città”. Poi le violenze e gli insulti omofobi da parte dei militanti di destra durante il comizio del candidato sindaco di Pd e M5s, Carlo Falangone, in piazza Salandra, nel pieno centro di Nardò, comune in provincia di Lecce chiamato al voto il 3 e il 4 ottobre. “Un nostro candidato del M5s Tiziano De Pirro – denuncia il vicepresidente del Consiglio regionale pugliese, Cristian Casili – è stato brutalmente aggredito in mezzo alla piazza. Frattura della mano e in attesa di valutazione dell’otorino per il violento pugno ricevuto”. Non finisce qui, perché mentre sul palco parla Falangone alcune persone, per Repubblica esponenti vicini a CasaPound, insultano una candidata democratica con chiari riferimenti a suo cugino omosessuale.

Dalla provincia di Lecce a quella di Napoli, sabato mattina la deputata M5s Iolanda Di Stasio e alcuni candidati ed esponenti politici si sono presentati dai carabinieri di Afragola, altro Comune al voto domani e domenica per le amministrative, per denunciare una serie di aggressioni subite la scorsa notte in città. Di Stasio ha denunciato ai militari dell’arma un’aggressione contro il responsabile dell’area a nord di Napoli di Europa Verde, Salvatore Iavarone. Vittima di un’altra aggressione è stato anche il segretario del Pd, Francesco Zanfardino, che sarebbe stato inseguito da alcune persone e al quale sarebbero stato squarciato un pneumatico dell’auto. Tutto è accaduto, riporta una nota, durante la “Notte della legalità”, promossa dal candidato sindaco del centrosinistra di Afragola, Antonio Iazzetta, che, nel comizio conclusivo, aveva annunciato il presidio dei tabelloni per evitare le solite affissioni selvagge che hanno contraddistinto la campagna elettorale.

“Episodi di questo genere sono di una gravità inaudita, permettere che una competizione elettorale si trasformi in una occasione per sfogare violenza e aggressioni è inaccettabile e ogni forza politica dovrebbe condannarlo fermamente. Recrudescenze di odio e intolleranza di questo tipo sono non solo dannose ma pericolose”, dice il leader dei 5S, Giuseppe Conte, commentando quanto accaduto a Nardò ma anche ad Afragola. Su Fb Luigi Di Maio cita un terzo caso, vittima Matteo Vocale a San Nicola Garganico: “Davanti a certi fatti non possiamo restare in silenzio. Oltre alla massima solidarietà alle vittime di questi episodi, occorre una condanna ferma e senza esitazioni da parte di tutte le forze politiche. Andiamo avanti ragazzi: i valori, le idee e i progetti del Movimento saranno sempre più forti di ogni gesto violento e vigliacco. Coraggio!”. “Sono vicino alla deputata Iolanda Di Stasio per la vigliacca aggressione subita. Quello che è successo ad Afragola, come quello che è accaduto a Nardò nelle stesse ore, è un episodio grave e inquietante che tutti devono condannare” afferma il presidente della Camera, Roberto Fico.

A Nardò “una bellissima serata – spiega il consigliere regionale del M5s Casili – è stata macchiata dall’intollerabile, raccapricciante violenza fisica“. Presente al comizio, in un post su Fb scrive: “A Tiziano mandiamo un forte abbraccio”. E poi conferma che De Pirro ha presentato “regolare denuncia” per quanto accaduto. Il sindaco uscente Mellone, considerato da sempre affine alla destra estrema – ha fra le sue liste esponenti di CasaPound – e sostenuto da Lega e Fratelli d’Italia, ma anche dal governatore pugliese Michele Emiliano, aveva da poco terminato il suo comizio. Casili riferisci che ha incitato la sua piazza ad abbandonare la zona per evitare “brutti incontri con chi ha rappresentato il male in questa città”. Il riferimento è ovviamente a M5s e Pd.

Cosa è successo a Nardò – Frasi che aumentano le tensioni, come riporta il cronista di Repubblica, fino alla violenza fisica: il candidato De Pirro viene colpito con un pugno al volto da un sostenitore di Mellone. Sul posto arriva la Digos e il politico pentastellato denuncia quanto accaduto. Poi però l’aggressione, in questo caso verbale, prosegue sotto il palco del comizio con gli insulti omofobi. “Esprimo solidarietà sia nei confronti del candidato pentastellato sia nei confronti della candidata che è stata aggredita verbalmente vicino al palco del mio comizio e di un cittadino presente nel pubblico che è stato offeso per il suo orientamento sessuale da altri sostenitori di destra”, scrive in una nota il candidato sindaco Falangone. Anche lui sottolinea la gravità delle parole usata da Mellone: “Un sindaco non può qualificare come ‘il male‘ coloro che non lo sostengono. Parole inqualificabili che diventano ancora più gravi da chi ricopre ruoli istituzionali”. Il sindaco uscente non smentisce le aggressioni ma nega sue responsabilità: “Le ragioni dello scontro tra due signori in piazza Salandra – dice Mellone – sono di natura esclusivamente calcistica. Una contrapposizione personale nata non certo ieri sera e comunque in contesti lontanissimi dalla politica. Non c’entra la politica, quindi, non c’entrano le candidature, non c’entrano le elezioni”. Poi Mellone augura “alla persona aggredita una pronta guarigione”, ma condanna “un atteggiamento da avvoltoi e una retorica di cui si devono vergognare”.

Parla il candidato vittima dell’aggressione – Tiziano De Pirro nel pomeriggio all’Ansa ha spiegato di essere stato aggredito da “una persona di estrema destra, vicina a Casapound, che non condivide tutto ciò che non è il suo modo di vedere. C’è stato uno sguardo mentre raggiungevamo il palco e lui scendeva, mi ha insultato, io l’ho pregato di andare via e, a quel punto, mi ha aggredito fisicamente”. “Il sindaco Mellone – spiega De Pirro – stamattina mi ha contattato invitandomi a fare un’uscita pubblica per spiegare che non c’entra niente la politica, ma non è così”. “Ora sono ancora in ospedale – dice al telefono De Pirro – e sono in attesa di fare una ecografia all’addome perché, a causa degli spintoni ricevuti, ho urtato probabilmente contro un bancone e ho un gonfiore. Ho riportato una frattura alla mano sinistra e tra 4-5 giorni dovrò essere visitato di nuovo perché ho un problema all’orecchio sinistro. Mi hanno prescritto una cura antibiotica e dovrò prendere anche del cortisone”.


https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/10/02/comunali-a-nardo-violenze-e-insulti-omofobi-dei-militanti-di-destra-durante-il-comizio-m5s-pd-candidato-brutalmente-aggredito/6340404/

azioni_fasciste
r_campania


articolo precedente           articolo successivo