antifa home page

Il Progetto

MAPPA GEOGRAFICA AGGRESSIONI FASCISTE

AGGRESSIONI RAZZISTE - CRIMINI DELL'ODIO
Aggressione omofoba ad Anzio, 22enne preso a pugni mentre passeggia insieme al fidanzato
- Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
- Palermo, due ragazzi gay aggrediti con lancio di bottiglie. Uno ha il naso fratturato
- Foggia, sparano da un fuoristrada in corsa contro un gruppo di migranti: ferito al volto un 30enne del Mali
- “Gravissima violenza a San Berillo: lavoratrici del sesso massacrate dalla polizia”
- Modena, "Torna nel tuo paese" aggredito a bastonate e colpi di machete
- Aggressione omofoba a Pescara. Ragazzo gay assalito da un branco di sette persone
- Palermo, spedizione razzista contro bengalesi in un negozio etnico: 11 persone arrestate
- Potenza, aggredita in strada perché lesbica: «Le persone come te devono morire»
- Ballerino aggredito perché gay a Altopascio, braccio rotto all'amica che lo difende
- Firenze, studente di 26 anni preso a calci e pugni perché gay
- Anzio, due ragazzi aggrediscono migrante a bastonate

manifestazioni MANIFESTAZIONI E INIZIATIVE ANTIFASCISTE
Renoize 21 Focene per Renato 27/08 e 3-4-5/09
- Desenzano, il no dello scrittore Francesco Permunian: "Non presento il mio libro dove manifesta Forza Nuova"
- "Milano è antifascista": il Comune estende l'obbligo di rispetto della Costituzione per chi prende in affitto gli spazi pubblici
- Genova, i pompieri si rifiutano di togliere uno striscione antifascista. Usb: “Non creava nessun pericolo, non è nostro compito”
- Vietata manifestazione estrema destra oggi pomeriggio. Raggi: “I fascisti a Roma non sfilano”
- Petizione dell'ANPI Veneto per le dimissioni di Elena Donazzan
- Roma, protesta Anpi: occupazione di Casapound a Ostia Associazioni antifasciste chiedono sgombero via delle Baleniere
- Presentato “Neofascismo in grigio”, ultimo libro di Claudio Vercelli
- Giulietti: "La Costituzione antifascista non è in lockdown, guai se la Rai dà spazio agli squadristi"
- Torino «È inaccettabile processare gli studenti per antifascismo»
- Bologna In piazza Carducci solo gli antifa
- Vicenza, in 1.500 da tutto il Veneto per la manifestazione antifascista

ARCHIVIO COMPLETO

ARCHIVIO REGIONI

documentazione Documenti e Approfondimenti
5.09.21 Ungheria Ultime notizie sul paese - Rapporto Amnesty International
26.06.21 La lunga ombra nera. Una mappa delle aggressioni fasciste
20.06.21 “Fascisti”, l’eterna scorciatoia di usare il termine sbagliato: da Trump a Salvini. “Veri rischi? Leader democratici senza ideali”
1.05.21 Fascisti su Marche: così la Regione diventa laboratorio della nuova destra
7.04.21 Per i Servizi tedeschi l'Afd è un partito di "estrema destra" da sorvegliare
31.03.21 L'eroe Mussolini e gli immigrati assassini: i fascio-fumetti invadono le scuole
1.03.21 Argentina Voli della morte
12.02.21 Bugie contro Falcone sul delitto Mattarella: il neofascista Fioravanti torna sotto accusa
7.02.21 Dalla difesa della razza all’apologia del fascismo le Marche laboratorio della destra più nera
23.01.21 Neonazisti. Gruppi armati sono presenti anche in Italia
23.01.21 Il delirio del suprematista di Savona: “Hitler come Cristo guida luce”. La missione di una guerra la razziale “contro negri e degenerati”
19.12.20 Casapound: convegni, nuovi slogan e alleanze elettorali. L'idillio tricolore tra la "tartaruga nera" e Meloni
19.12.20 L'ultradestra torna a casa: abbandona Salvini e abbraccia Fratelli d'Italia
12.12.20 Report: Cinque sfumature di nero 07/12/2020
10.12.20 Anastasia, la setta bio-nazista che spaventa la Germania dalla nostra corrispondente
3.12.20 I vecchi mostri La destra estrema è qui per restare, ma non si deve smettere di combatterla
12.11.20 Neonazisti, franchisti e ultradestra: la rete fascista che cavalca le proteste in tutta Europa
9.11.20 Stati Uniti, i 940 "gruppi d'odio" che mettono in stato d'allerta l'Fbi dopo la sconfitta di Trump
8.11.20 Chi c’è dietro il gruppo di Giorgia Meloni
6.11.20 Covid, se l’ultra destra arruola negazionisti e capi delle proteste
27.10.20 Sicilia: Galassia nera, ultrà e capipopolo: ecco chi soffia sul fuoco dell’ira
21.10.20 Il popolo no mask che nasconde l’ultradestra
19.09.20 Ultras Lazio, la sede di Diabolik sarà sgomberata, il cerchio sulla morte si stringe
2.09.20 Fascisti, no-vax e complottisti di QAnon: chi sono i negazionisti in piazza il 5 settembre
28.08.20 Ribelli, mercenari e faccendieri: l’italiano Elio Ciolini alla conquista del Centrafrica

La mappa geografica delle aggressioni fasciste:
superato il milione di accessi"

RICERCA PER PAROLE CHIAVE: Forza Nuova | Casa Pound | calcio | terrorismo | partigiani | libri | scuole | antisemitismo | storia | csa | skinheads | omofobia | stragismo | gruppi di estrema destra | la memoria delle vittime |


Informazione Antifascista 1923
Gennaio-Febbraio - a cura di Giacomo Matteotti ·


pubblicato il 11.06.21
Torino, 13enne picchiata per la borsa arcobaleno: “Mi urlavano cagna e lesbica schifosa”
·
È stata aggredita verbalmente e poi picchiata da un gruppo di coetanee la ragazza di 13 anni che ieri pomeriggio è finita in ospedale con il setto nasale rotto. L’aggressione è avvenuta all’esterno della scuola media Rosselli di Torino: “Prima mi hanno chiamato cagna. Poi hanno detto a me e alla mia amica ‘dovete bruciare vive’, e che siamo delle lesbiche schifose”, le parole della 13enne che ha sporto denuncia.

11 Giugno 2021

Prima gli insulti, poi l'aggressione con spintoni e un pugno che le ha fratturato il naso. È accaduto a Torino nel pomeriggio di ieri a una ragazza di 13 anni vittima di un pestaggio da parte di un gruppo di coetanee "infastidite" dalla sua borsa arcobaleno. La giovane che frequenta la scuola media "Rosselli" di Torino è finita in ospedale e ha denunciato il tutto, insieme con la madre, alle forze dell'ordine che ora stanno indagando sull'accaduto.
Era una con un'amica quando è stata avvicinato dal gruppo di bulle

"Prima mi hanno chiamato cagna. Poi hanno detto a me e alla mia amica ‘dovete bruciare vive’, e che siamo delle lesbiche schifose", sono queste le parole raccolte dalla Stampa che ha dato la notizia dell'aggressione avvenuta nel primo pomeriggio di ieri giovedì 10 giugno. Eva, questo il nome della vittima, si trovava all'esterno dell'istituto scolastico, poco dopo la fine delle lezioni quando è stata avvicinata da un gruppo di ragazze che erano ferme davanti alla scuola e che hanno iniziato ad aggredire verbalmente sia lei che l'amica del cuore che le stava accanto.
La 13enne ha riportato la frattura del naso

Ad attirare l'attenzione delle bulle il chocker, una sorta di collana, rosa borchiato indossato da Eva e quella borsa con la bandiera arcobaleno così come i calzini. Uno scambio di botta e risposta fino a quando il gruppo di coetanee, dopo averle pedinate per alcuni metri, si è scagliato contro la 13enne. "Mi hanno colpito con una gomitata fratturandomi il naso e continuavano ad urlare ‘cagna, lesbica’, mentre la mia amica è stata schiaffeggiata", continua il racconto della 13enne che è finita al pronto soccorso dove è stata medicata. Poi la decisione, insieme con la madre, di sporgere denuncia ai carabinieri che dovranno indagare sul clima che si respira intorno a quell'istituto scolastico dove sarebbero stati numerosi gli episodi di omofobia.

https://www.fanpage.it/attualita/torino-13enne-picchiata-per-la-borsa-arcobaleno-mi-urlavano-cagna-e-lesbica-schifosa/
https://www.fanpage.it/




Naso spaccato per una borsa arcobaleno: 13enne aggredita da un branco di ragazze a Torino vicino alla scuola


La denuncia del Coordinamento Torino Pride
11 giugno 2021

L'hanno chiamata "cagna" e "lesbica schifosa", prima di pestarla a sangue. A soli 13 anni. Il motivo? Averla vista passeggiare, con le sue amiche, indossando una borsa e i calzini con i colori dell'arcobaleno e un cinturino in pelle rosa.

Ad aggredirla un gruppo di ragazze, ieri pomeriggio, attorno alle 13.30, a Torino, fuori dalla scuola media "Rosselli" di via Bettino Ricasoli 15.

Un'aggressione proseguita per diverse centinaia di metri. Prima con gli insulti e poi con i "fatti": schiaffi e calci, sullo zaino e sul corpo. E infine un pugno in pieno volto, che le ha rotto il naso.

Poi sono fuggite. Lasciando la ragazzina e l'amica impaurite. In attesa che arrivassero i genitori per tranquillizzarle, portare la 13enne in ospedale e sporgere la denuncia ai carabinieri.

E ora i carabinieri indagheranno. Magari partendo da una serie di segnalazioni e denunce che nel recente passato erano state fatte dalla dirigente scolastica della "Rosselli" e da alcuni genitori proprio su episodi di razzismo e omolesbobitranfobia.

“A distanza di meno di una settimana da una giovane e popolata manifestazione contro l'odio e l’omolesbobitranfobia ecco che si ripetono fatti di cui non vorremmo più parlare. La nostra solidarietà a Eva è alla sua mamma Tiziana che con coraggio hanno denunciato un fatto gravissimo. Il naso di Eva guarirà ma la ferita inferta è alla comunità scolastica e a tutta la città. Da sempre diciamo quanto parlare con i ragazzi e le ragazze nelle scuole sia importantissimo ma ancora ci sentiamo rispondere che di certe cose non si deve parlare per non turbare la mente dei ragazzi e delle ragazze. Siamo pieni e piene di rabbia ma sappiamo che il lavoro culturale che ci porterà ad essere una società migliore e inclusiva è lungo e difficile. Invitiamo la dirigente scolastica ad affrontare insieme a noi questo percorso e speriamo che il coraggio di Eva e delle sue amiche non venga scalfito da un episodio che tutti e tutte insieme dobbiamo combattere. Per i bulli e i loro genitori ci auguriamo possa iniziare un percorso di conoscenza e informazione che li renda consapevoli della gravità di alcuni gesti. Non tutto è perduto e noi siamo a completa disposizione”, dichiara Alessandro Battaglia a nome del Coordinamento Torino Pride.

https://www.torinotoday.it/cronaca/Aggressione-ragazzina-omofobia-media-Rosselli-Torino.html

aggressioni_razziste
r_piemonte


articolo precedente           articolo successivo